Blog

Dicembre 2017

Amsterdam Light Festival 2017

Anche quest’anno il Light Festival di Amsterdam ha portato nuove esposizioni di arte e luce a fine anno ed ha inaugurato il nuovo 2018 accogliendo milioni di turisti!blog image Da pochi giorni purtroppo si é conclusa la quarta edizione di questo esilarante Festival delle Luci sull’acqua, dedicato al tema dell’Amicizia!

Ma perche’ si e’ voluto creare questo tipo di evento artistico?

L’origine risale ai rivoluzionari anni 60′, quando alcuni artisti californiani, come Robert Irwin, James Turrell e Dan Flavin, hanno voltato le spalle alla pittura astratta e si sono concentrati su un altro modo di vivere l’arte. E la luce era diventato proprio il loro elemento principale! La luce veniva utilizzata in varie forme nelle loro opere: dal fuoco alle piu’ stravaganti proiezioni con le lampade al neon. Tuttavia, il loro lavoro nei musei non e’ mancato, ma le migliori tele preferite da questi artisti contemporanei erano e sono sempre state le citta’, intese come territorio e spazio su cui lavorare. La citta’ si offre da palcoscenico per varie settimane ed i turisti possono ammirare le molteplici opere d’arte posizionate in diverse parti della capitale. Per osservare e scoprire meglio le espozioni di luci si puo’ camminare tra i vari romantici canali di Amsterdam oppure con un tour in battello!




Eccovi il link per avere piu’ informazioni riguardo a questo Festival e non dimenticate di aggiornarvi sul prossimo evento a fine 2018! https://amsterdamlightfestival.com/en

Novembre 2017

Keukenhof – Il parco dei Fiori

Si é arrivati purtroppo alla chiusura di questo enorme e bellissimo parco di fiori.. il keukenhof! Tutti i turisti e viaggiatori conoscono questo paradiso blog image pieno di coloratissimi tulipani e fiori che ogni anno regalano un tocco vivace allo spesso grigio cielo olandese. Il keukenhof é un parco situato nei pressi della città di Lisse, nell’Olanda Meridionale, a circa 35 km da Amsterdam ed apre le sue porte ogni anno durante la primavera dalla meta’ di marzo fino alla meta’ di maggio. Al suo interno l’esperienza é unica: si possono osservare oltre 800 diversi tipi di tulipani, oltre 32 tipi di fiori, tra i quali narcisi e giacinti e si possono ammirare le varie opere d’arte create ad ogni inaugurazione con un tema diverso. All’interno di questi 32 ettari di parco, potete perdervi in questo arcobaleno di tulipani e trascorrere tutta la giornata camminando lungo i canali, il lago e visitare il tipico mulino a vento.

Ma qual é la storia del parco ?

La vera storia del parco, cui nome significa “giardino della cucina”, risale al XV secolo quando la contessa Jacqueline della Baviera, Jacoba van Beieren (1401-1436) raccoglieva la frutta e verdura dai boschi per la cucina del castello di Teylingen. Il castello di Keukenhof è stato costruito nel 1641 e la tenuta è cresciuta in un’area di oltre 200 ettari. Si e’ deciso dunque di ridisegnare i giardini del castello nel 1857 grazie all’ architetto Jan David Zocher ed il figlio Louis Paul Zocher, famosi per aver progettato anche il famoso Vondelpark ad Amsterdam.

Ottobre 2017

Le lettere di Utrecht

Questo e’ il concetto delle lettere di Utrecht, un’opera di “scultura sociale” svelata nel 2012, e che sarà in corso fino a quando ci sarà qualcuno che avrà blog imageintenzione di portarla avanti. Si tratta di una poesia scritta su una strada del centro storico: le lettere sono incise su delle pietre che, posti in fila, costituiscono i versi della poesia. Ogni sabato dalle ore 13.00 alle 14.00 la pietra vicino all’ultima lettera viene rimossa e sostituita con la successiva lettera della poesia. Questo progetto si chiama “Stichting Letters van Utrecht”!Il Sindaco Aleid Wolfsen ha inaugurato l'inizio della poesia il 2 giugno 2012, in un angolo tra il ponticello Smeebrug e la via del canale vecchio, il famoso Oudegracht al numero 279, anche se il progetto é iniziato nell'anno 2000.A comporre i versi della poesia sono di volta in volta i vari rappresentanti dell'''Associazione dei Poeti di Utrecht, e per ora sei di loro hanno partecipato al progetto. Inoltre le lettere che verranno incastonate regolarmente seguiranno un percorso attraverso il centro cittadino e nel corso del tempo formeranno a loro volta la forma delle lettere U e T. Questo avverrà intorno al 2350, sempre che il comune di Utrecht permetta che il progetto continui, o fino a quando ci saranno persone disposte a tenerlo vivo.
Essendo un'associazione no profit, infatti, Letters van Utrecht non investe direttamente sulla sua realizzazione, ma fa affidamento all'opera di beneficenza dei volontari. Ogni lettera è sponsorizzata e può essere acquistata da qualsiasi cittadino di Utrecht o da altri benefattori/turisti nel mondo. Il costo della lettera è di 100€, che copre il lavoro del tagliapietre, più 10€ a scopo benefico. La lettera riporterà il nome del suo donatore sul fianco, purtroppo non visibile una volta inserita sul selciato: ma ciò che conta è il progetto che, come opera sociale e secolare, é frutto dello sforzo di una collettività, della comunitá di Utrecht e non solo! Venite anche voi a scoprire questa poesia…


Il futuro è reale, ma sconosciuto. Siamo in grado di conoscere la storia e non siamo in grado di predire il futuro.. ma si puo’ contribuire per renderlo migliore!

Settembre 2017

Amanti dei gatti?

Siete amanti dei gatti proprio come lo é il Signor Meijer? Vi consiglio allora di prendervi un pó del vostro tempo ad Amsterdam per visitare questa casa-museo! I gatti blog imagesono stati oggetto di vari artisti per molti decenni e molti grandi nomi nel mondo dell’arte hanno creato opere impressionanti su di loro. Se entrate nel Katten Museum, non potete non rimanere affascinati dai tanti poster e dipinti sui gatti!
Il Katten Museum è stato fondato in commemorazione del gatto John Pierpont Morgan (1966-1983) dal suo padrone, Bob Meijer.

Ogni cinque anni Morgan ha ricevuto sempre un bellissimo regalo. Nel suo quinto compleanno, Ansél Sandberg ha dipinto il suo ritratto. Nel suo decimo compleanno fu realizzata una scultura in bronzo, dove Morgan stesso modellava, ma purtroppo tale scultura è stata rubata prima dell’apertura del Museo. Per il suo quindicesimo compleanno é stato realizzato qualcosa di veramente simpatico e speciale per il gatto Morgan: Aart Clerkx fece un ritratto in modo da sostituire il viso di George Washington con quello di Morgan su un dollaro americano. Per l’occasione sono state create alcune copie di questi dollari proprio dalla banca di Morgan. E la cosa piú simpatica é stata sostituire la scritta nel dollaro da “In God we trust” (Noi crediamo in Dio), a “We trust no dog” (Non crediamo ai cani)!





Potete trovare la pagina web online, il sito é in olandese ma pure in inglese. Se siete curiosi di dare un’occhiata, controllate direttamente qua: http://www.kattenkabinet.nl

Agosto 2017

Il mercato IJ-Hallen

Avete l’armadio pieno di vestiti o che non usate piú? O volete disfarvi di tanti oggetti che vi riempiono la casa e non sapete dove metterli? La soluzione é semplice: iscrivetevi al mercato IJ Hallen situato ad Amsterdam Nord!blog imageL’IJ- Hallen é il piú grande mercato delle pulci in Europa, situato nella capitale olandese, raggiungibile facilmente dal centro cittá. Questo folcloristico ed interessante mercato da la possibilitá a chiunque di poter vendere le proprie cose, avendo un proprio stand a pagamento. Il mercato ha vaste dimensioni e con il bel tempo le bancarelle vengono esposte nello spazio all’aperto adiacente all’edificio. L’IJ-Hallen è consigliato per chi ama il mercato delle pulci e gli ottimi affari! Camminando tra le varie bancarella, si puó notare una vasta gamma di guardaroba e di particolari oggetti venduti a prezzi bassissimi. Il mercato si celebra una volta al mese ed é aperto al pubblico dalle ore 9 di mattina fino alle 16.30. Per maggiori informazioni, guardate il sito in inglese http://ijhallen.nl/en/index.php

Come raggiungere il mercato:

- Dalla stazione centrale di Amsterdam prendete l’autobus 35 e scendete alla fermata Ataturk oppure i bus 91 o 94 e scendete alla fermata Klaprozenweg. Troverete il mercato a soli 5 minuti a piedi.
- Dalla parte posteriore della stazione centrale di Amsterdam è possibile prendere il servizio gratuito del traghetto numero 906 in direzione NDSM-werf. Il traghetto vi porterá dall’altra parte della sponda del fiume. Scesi dal traghetto, in 5 minuti arriverete direttamente al mercato.

Maggio 2017

Koningsdag, il giorno del Re!

Perché questo giorno é molto importanteblog image per gli olandesi e perché tutti indossano qualcosa di arancione? Ecco la risposta!
I festeggiamenti reali si tennero per la prima volta il 31 agosto 1885 per onorare la nascita della sovrana Wilhelmina: fu allora che nacque l’usanza di festeggiare il Giorno della Regina o Koninginnedag. Nel 1949 dopo l’ascesa al trono della figlia Juliana, la data fu spostata al 30 aprile, compleanno della nuova regnante. Divenuta Regina, l’attuale Principessa Beatrice scelse di mantenere la data in onore della propria madre. In Olanda ora si festeggia per la prima volta la festa del Re Willem-Alexander dopo la sua proclamazione avvenuta il 30 aprile 2013, l’ultima data in cui è stato festeggiato il Giorno della Regina. E quest’anno i reali hanno festeggiato in grande per i 50 anni del Re! Per l’avvenimento, miglioni di Olandesi e turisti vagano tra le strade della Capitale e di tutta Olanda indossando qualcosa di arancione e questo si deve al fatto che la Famiglia Reale Olandese discende dalla casa degli Oranje-Nassau.Oranje in olandese significa arancione e da allora hanno mantenuto questo colore come simbolo della nazione!






Aprile 2017

De Stijl – Architettura olandese

Da come si puo’ notare nella foto, ad Utrecht ed in tutta Olanda, si festeggia un’avvenimento molto importante: il centenario di De Stijl, il movimento di arte moderna che vide tra iblog image suoi membri artisti celebri come Piet Mondriaan, Theo van Doesburg e Gerrit Rietveld, sostenitori di un approccio al design e all’architettura basato sul rinnovamento.

Il movimento De Stijl nacque nel 1917, dalla quale nacque l’omonima rivista a Leida, importante cittá culturale ed universitaria olandese. Piet Mondrian e Theo van Doesburg nel Manifesto De Stijl, utilizzarono il termine neoplasticismo per descrivere la loro forma d’arte: astratta, essenziale e geometrica. Le idee artistiche hanno sempre coinciso tra di loro, fino a quando a Mondrian sembrarono inadeguate e troppo eretiche le spesse linee nere rettangolari e questo portó purtroppo la fine della loro amicizia.

Per tutti gli anni ’20 e ’30 De Stijl fu il punto di riferimento anche per molti scultori, poeti designer e architetti. Uno di questi fu proprio Gerrit Rietveld, il progettista del Museo di Van Gogh ad Amsterdam e noto a livello internazionale per i suoi mobili, tra cui la famosa Sedia Rossa Blu del 1918 ed altri sedili che, visti di lato, creano la forma di “z”con lo schienale.





Un esempio reale di tale sedia si puó notare all’interno della Casa Rietveld-Schroderhuis, situata a pochi minuti fuori dal centro della cittá di Utrecht. La Casa, aperta al pubblico, é stata progettata nel 1924 ed é un monumento protetto dall’Unesco.